- La via del Mindful Eating -
frequenza vibrazionale
CONSIGLI "MINDFUL"

Aumentare la frequenza vibrazionale: i “SuperFood” da non perdere!

«L’uomo è ciò che mangia» diceva Feuerbach. E, in effetti, è proprio così!

Se quello che mangi è un cibo completamente povero dei nutrienti fondamentali, sbilanciato e trasformato, è molto probabile che anche il tuo corpo si sentirà sbilanciato e la tua energia sarà drasticamente ridotta.

Avere una frequenza vibrazionale bassa significa molto di più che sentirti stanco. Molto spesso influisce sul tuo umore facendoti sentire triste e scoraggiato e facendo del pessimismo il tuo cavallo di battaglia. Inoltre, le persone che interagiscono con te, sentono la tua frequenza vibrazionale bassa (anche se non se ne rendono conto) e questo può peggiorare i tuoi rapporti sociali.

CONSIDERA CHE NOI ATTIRIAMO LE PERSONE E LE SITUAZIONI CHE VIBRANO ALLA NOSTRA STESSA FREQUENZA VIBRAZIONALE. SE TI SENTI DEPRESSO E TRISTE SARÀ DIFFICILE CHE TI SUCCEDANO COSE BELLE.

Se invece la tua frequenza vibrazionale è alta, ti senti vivo, sveglio, in sintonia con l’universo, e le persone attorno a te noteranno il tuo bagliore. Inoltre, scoprirai di attrarre  facilmente e senza sforzo le cose che più desideri.

Come fare quindi per aumentare la tua frequenza vibrazionale?

Avere uno stile di vita sano è ovviamente la chiave per aprire il cancello e, di conseguenza, scegliere i cibi giusti è fondamentale. Ecco una lista di alimenti che, grazie alle loro proprietà, saranno certamente in grado di alzare la tua frequenza vibrazionale.

I 7 “SuperFood” da non perdere per aumentare la tua frequenza vibrazionale. 

1. Il Miso.

Il miso è un condimento giapponese dalle innumerevoli proprietà. Deriva dai semi della soia gialla e viene utilizzato principalmente come insaporitore di zuppe o brodi. Io, ad esempio, lo uso per fare la zuppa di miso che utilizzo come antipasto.

2. La Maca.

Viene definito il “Ginseng Peruviano” proprio grazie alla sue proprietà energetiche! Di questa pianta, originaria del Perù, viene utilizzata la radice che è simile ad una rapa. Energizzante equilibrante e anti invecchiamento, ottimo alimento per aumentare il livello vibrazionale.

3. Le prugne Umeboshi.

Un rimedio naturale che tutti dovrebbero tenere in casa: le prugne giapponesi umeboshi. Sono antiossidanti, depurative e favoriscono la digestione. Si possono usare come condimento al posto del sale. Un pezzettino piccolo, mi raccomando, perché sono super salate!

4. Il tè Matcha.

Amo il tè e penso che le sue molteplici proprietà salutari lo rendano un “SuperFood” a tutti gli effetti. In particolare, il tè Matcha, o tè verde del Giappone (unico paese dove viene coltivato), ha proprietà antiossidanti maggiori rispetto a qualsiasi altro tè verde. Attenzione a non consumarne troppo, soprattutto alla sera, perché contiene elevate dosi di caffeina.

5. I semi di Chia.

Nonostante le piccole dimensioni, questi semi sono pieni di sostanze nutritive importanti. Sono un’ottima fonte di omega-3, che aiutano ad aumentare il colesterolo “buono”, ma sono anche ricchi di antiossidanti, fibre, ferro e calcio. Sono inoltre ottimi per aumentare il senso della sazietà perché assorbono facilmente l’acqua e, gonfiandosi, aumentano il volume del cibo a livello dello stomaco.

6. L’açaí.

Grande risorsa di antociani (molecole dalle proprietà antiossidanti), questa pianta cresce in Amazzonia e genera una bacca di colore viola. Alcuni studi dimostrano che la polpa di questa bacca è ancora più ricca di antiossidanti rispetto ai mirtilli, lamponi, more o fragole.

7. L’Edamame.

Torniamo in Giappone! Se non si fosse capito amo molto la cucina nipponica. Con il termine Edamame si intende infatti un piatto, tipico di questa cucina, a base di fagioli di soia acerbi, i quali vengono lessati per pochi minuti e consumati da soli o in zuppe o insalate. Questi fagioli di soia sono un’ ottima fonte proteica, di vitamine (come la C e la E) e soprattutto di magnesio e potassio (che con il caldo di questi giorni bisogna stare attenti a non far scendere troppo!).

Se il mio articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi canali social, mi renderai felice!

A presto, Michela.

 

Ti è piaciuto? Condividimi!

This article has 1 comment

  1. Pingback: PER AMORE DEL CIBO: come eliminare i pesticidi da frutta e verdura ( e molto altro!) | MY MINDFUL BITE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *