MICHELA CICUTTIN - Nutrizionista & Mindful Eating Coach -
natale
CONSIGLI "MINDFUL"

Mangiare a Natale: come fare per non sentirsi in colpa!

E’ ufficiale: il Natale è alle porte!

E con questo, la quantità di cene, feste ed aperitivi inizia a moltiplicarsi. Purtroppo chi è a dieta rischia di vivere queste giornate di festa come un momento di grandi rinunce, paure di sbagliare e frustrazioni se le cose non vanno come vorrebbe, con il rischio di abbandonare la dieta e abbuffarsi di tutto e di più. Questo è altamente pericoloso e dannoso. In fondo è Natale per tutti, anche per chi ha qualche chilo in più! Quindi come fare per mangiare a Natale liberamente senza impazzire?

Come fare per mangiare a Natale liberamente ciò che piace e godere a pieno delle feste senza cadere nella trappola del senso di colpa.

In questo articolo ti spiegherò come fare per mangiare a Natale liberamente, godere al meglio delle feste senza inutili sensi di colpa e auto flagellazioni. Quello che bisogna fare è semplice. Bisogna imparare a gestire le situazioni trovando un proprio equilibrio.

Magari non saranno i giorni più sani della tua vita, ma pazienza. L’obiettivo nel Natale deve essere quello di fare una pausa da tutto, anche dalla dieta ferrea e dalla stressante ricerca della perfezione e divertirsi con amici e famiglia e con tutte le altre cose che rendono la vita splendida, cibo incluso. Ovviamente non bisogna perdere completamente il controllo perchè poi ritornare indietro sarebbe estremamente più difficile.

Esistono dei semplici consigli che puoi seguire per affrontare in serenità questo periodo che, per chi è a dieta, può sembrare un percorso ad ostacoli.

7 semplici consigli per destreggiarti senza paura tra i tavoli imbanditi del Natale.

#1. Sii realista.

Non cercare di perdere peso durante il Natale! Il tuo obiettivo deve essere quello di mantenere il tuo peso attuale. E’ giusto porsi degli obiettivi anche durante le vacanze ma devi essere realista. Dire “non assaggerò neppure un dolce durante tutte le festività” probabilmente non lo è, “li mangerò solo nelle occasioni speciali” forse già di più. Poniti solo obiettivi che pensi di poter raggiungere, sii onesto riguardo i tuoi limiti. Altrimenti saranno solo fonte di frustrazione, e rischieresti di rovinarti un bel periodo di festa.

#2. Pianifica il tempo per l’esercizio.

Le vacanze sono il momento perfetto per essere meno sedentario, dato che non sei inchiotato in ufficio di fronte al tuo computer! Camminare, nuotare, sciare o qualsiasi altro passatempo piacevole può essere un buon modo per consumare le calorie extra introdotte senza sentirti troppo in colpa.

#3. Puoi mangiare tutto ma mastica, mastica e mastica ancora.

E’ facile dimenticarsi di masticare soprattutto quando c’è una montagna di cibo delizioso di fronte a te. Ma ricordati che la cosa più importante è apprezzare davvero quello che mangi. Masticare ti aiuta a rallentare e a renderti conto che in realtà hai bisogno di molto meno di quello che pensi per sentirti appagato.

#4. Prepara un piano di attacco.

Avere un piano strategico è fondamentale per vincere la guerra che sia in trincea o davanti ad un cotechino. E’ fondamentale averlo ben chiaro in testa: siediti alla scrivania e scrivi la tua strategia. Per darti qualche idea ti mostro la mia:

  • Decidere cosa vale la pena e cosa no. Le occasioni in questo periodo saranno di certo molte, ma sono sicura che non tutte ti interessano davvero. A volte ci si ritrova a cena con persone che magari non si ha nessuna voglia di vedere solo perché sembra maleducato rifiutare. Io ho imparato a dire no. Mi tengo le cene “speciali” per frequentare persone piacevoli o andare ad eventi che mi interessano davvero. In questo modo risparmio calorie, e magari anche qualche bruciore di stomaco non dovuto al cibo!!!
  • Preparare le giornate depurative. Una volta decisi gli eventi a cui andare, vai e divertiti. Non avere l’angoscia per quello che mangi. Il giorno dopo seguirai il piano depurativo che hai preparato e potrai recuperare l’eventuale danno fatto il giorno prima.
  • Capire come affrontare un aperitivo. L’ aperitivo: croce e delizia di ogni persona a dieta! Arrivi all’aperitivo, bevi qualcosa e una voragine si apre nello stomaco. Ti guardi attorno e senza capire come sia possibile ti ritrovi con le mani dentro al buffet. Io personalmente ho imparato a fare una cosa: se so che sarà solo un aperitivo senza cena, mangio prima! In questo modo riesco a godermi il mio vino senza pensare alle patatine. Ricordati inoltre che vino e birra sono molto meno calorici dei cocktails.
  • Mangiare la cosa più buona per prima. Quando vai a cena, mangia la cosa che ti piace di più come prima portata! In questo modo, le successive ti faranno meno voglia e magari pure le lascerai perché ti sentirai già appagato.
  • Ricordarsi che lo si può mangiare dopo. Se sai che hai dato a sufficienza ma il dessert sul tavolo ti sta chiamando a gran voce, cerca di dirti “lo posso mangiare più tardi” e cerca di distrarre la tua attenzione su altro. E’ molto probabile che dopo non lo mangerai. Questo trucco è una sorta di alchemia mentale che ti porta a trasformare “lo voglio ma non posso” in “posso averlo ma non è poi cosi importante”. Molti psicologici hanno dimostrato quanto questo escamotage aiuti nel ridurre le voglie!

5. Parola d’ordine: NO PANIC!

Se uno dei tuoi piani di attacco non funziona come volevi e ti ritrovi con il panettone tra i denti, ricordati sempre: non è la fine del mondo! DON’T PANIC. Le tue scelte alimentari non equivalgono al tuo valore come persona e rimani positivo anche quando le cose non vanno come avevi pianificato. Evita i sensi di colpa che non servono a nulla, evita la trappola della perfezione. Essere perfetti è impossibile e cambiare il modo di rapportarsi al cibo è un percorso lungo che richiede tempo e coraggio. Se senti di esserti abbuffato non cadere nel panico e auto punirti perché non sei stato sufficientemente forte. Mangiare troppo non è un crimine e non ti rende una persona cattiva. Cerca di vedere l’umorismo in ogni situazione. Prendersi cura di se stessi significa anche perdonarsi quando si sbaglia. Questo è un periodo di gioia, non lasciare che un paio di situazioni frustranti ti rovinino le feste.

6. Resisti all’effetto “WHAT-THE-HELL”.

Se sei a dieta sai di cosa sto parlando. Si tratta di quel momento in cui realizzi che hai superato il limite che avevi pianificato e decidi di mandare tutto al diavolo e abbuffarti come se non ci fosse un domani. Ma un domani c’è, e a quel punto dovrai farai i conti con le conseguenze. Purtroppo, mentre la tua testa va in vacanza, il tuo corpo no e continua a contare le calorie. Inoltre l’abbuffata non è mai appagante come la tua testa crede che sia, subito dopo esserti ingozzato il senso di colpa inizia a farsi sentire annullando immediatamente il piacere tanto desiderato. Quindi non farlo perché non vinci nulla! Cerca di mantenere sempre un certo equilibrio, mangia quello che vuoi ma sempre con consapevolezza.

7. Impara dagli scivoloni.

Mantieni sempre una mentalità di apprendimento. Con molte piccole prove che dovrai affrontare nel periodo di Natale arriveranno anche piccoli scivoloni! Invece di saltare il tuo allenamento e mangiarti una coppa di gelato nella vasca da bagno per consolarti, basta che ammetti l’incidente come un errore di valutazione e ti chiedi cosa avresti potuto fare per evitarlo. La risposta non è “essere una persona migliore” o “essere più forte di fronte alla tentazione”. Per esempio mangiare troppo poco a cena, soprattutto se poi devi uscire, ti porterà inevitabilmente ad avere fame più tardi. E’ normale! Imparare dai propri errori è l’unico modo per fare progressi a lungo termine. E ogni volta che riesci in qualcosa, anche di piccolo, celebra la tua vittoria. Provare sensazioni di successo rende le tue azioni psicologicamente più significative, sentirti “BRAVO” è molto più motivante e utile che autopunirti!

Cerca di diventare una persona migliore giorno dopo giorno ma non criticarti troppo quando sbagli. Solo chi non ci prova non sbaglia mai. I risultati si ottengono con il tempo e la costanza ma soprattutto con l’amore verso se stessi e le proprie difficoltà. Sii compassionevole con te stesso e con gli altri. Perdonati. Amati!

Ti auguro di trascorrere uno splendido Natale pieno di gioia e divertimento!!

A presto, Michela

 

 

Ti è piaciuto? Condividimi!

This article has 2 comments

  1. Pingback: PER AMORE DEL CIBO: "Speciale Natale" - my mindful bite

  2. Pingback: PER AMORE DEL CIBO: "Speciale Natale" | MY MINDFUL BITE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *