MICHELA CICUTTIN - Nutrizionista & Mindful Eating Coach -

consigli

fame
CONSIGLI "MINDFUL"

Cosa fare se anche tu hai sempre fame.

Come forse sai, se mi segui da un po’, la mia “mission” personale (motivo per il quale ho aperto questo blog) è quella di aiutare le persone a stare bene con loro stesse e raggiungere i loro obiettivi di benessere, migliorando il rapporto, spesso conflittuale, con il cibo. Ogni giorno, infatti, parlo con persone che desiderano disperatamente raggiungere un peso sano che le faccia sentire in forma e belle (perché anche questo conta!). E tutte mi dicono la stessa cosa: non riuscirò mai a perdere peso perché io ho sempre fame!
salute
CONSIGLI "MINDFUL"

The Healthy Road: come garantirti la salute in 10 semplici passi

Da un po’ di tempo mi sono appassionata alle battaglie per la salute del Professor Berrino. Franco Berrino è un medico ed epidemiologo italiano che è stato direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Quindi diciamo che non è proprio l’ultimo arrivato. Quest'uomo si batte da molto tempo per la rivalutazione degli alimenti semplici come prevenzione per il cancro, ed è il promotore del progetto DIANA per la prevenzione alimentare del carcinoma mammario nelle donne. Quindi soprattutto le donne dovrebbero cominciare ad ascoltarlo.
rapporto con il cibo
CONSIGLI "MINDFUL"

L’unica cosa che devi fare per migliorare il tuo rapporto con il cibo.

Mangiare è una attività necessaria: il corpo è una macchina e senza carburante non può funzionare. Purtroppo però nella nostra società, sovraccarica di cibo e ossessionata dalle diete, le persone costruiscono un rapporto con il cibo estremamente sbagliato, nel quale l’atto di mangiare diventa un’azione automatica, consumistica e troppo spesso legata ad emozioni negative. In questo articolo cercherò di spiegarti qual è l’unica cosa che devi fare per migliorare la tua relazione con il cibo e rendere l’atto del mangiare un’azione che non ti porti solo nutrimento ma anche piacere.
insalata
CONSIGLI "MINDFUL"

Insalata: io la faccio così (ed è molto più soddisfacente!)

Per molti anni ho creduto di odiare l' insalata. Mi ricordo gli anni dell'asilo, quando le suore mi obbligavano a mangiarla, io la mettevo di nascosto nel piatto della mia amichetta (a lei per fortuna piaceva!). Il motivo era ovvio: quello che mi presentavano era questa triste terrina di foglie verdi, spesso più grandi della dimensione della mia bocca, senza niente altro dentro. Diciamo che le suore non si impegnavano molto a farci piacere l'insalata!